Mutui, ora la surroga è seriale

La situazione del mercato immobiliare in Italia continua ad essere abbastanza controversa. Se i prezzi nel corso degli ultimi anni sono calati in maniera abbastanza netta, non si è però assistito alla corsa alla casa che ci si poteva attendere. A frenare il mercato è non solo la situazione di incertezza della fase economica, ma anche il fatto che per gli italiani la proprietà della casa non rappresenta più il sogno della vita, anche a causa della tassazione che sul nostro Paese continua a gravare sui proprietari di immobili.

In conseguenza di ciò, anche il mercato dei mutui vive una fase particolare, in cui a predominare è la surroga della surroga. In pratica preso atto che le surroghe stanno crescendo meno che in passato, le banche hanno deciso di spalancare le porte anche a quelli che sono stati definiti “surrogatori seriali”, una categoria in cui vanno a rientrare in pratica coloro che hanno già effettuato in passato una (o addirittura due) surroghe, ma che nonostante ciò, e preso atto dell’andamento del mercato, chiedono di poter procedere ancora una volta alla rottamazione del vecchio mutuo in favore di uno nuovo.

A spingere le banche ad aderire a richieste all’apparenza poco favorevoli è stata nel 2018 la speranza che il piano di sostegni della BCE all’economia, ovvero il Quantitative Easing, potesse terminare. Una speranza infranta da Mario Draghi poche settimane fa, quando il Governatore uscente ha dichiarato che i tassi di interesse rimarranno bassi ancora a lungo. Una dichiarazione seguita da una notizia che ha destato un certo clamore, ovvero l’attestarsi dei tassi di interesse dei mutui all’1,68%: si tratta in pratica del nuovo minimo storico, almeno per il momento.

Proprio in considerazione di quanto sta accadendo, è molto importante seguire le notizie relative ai mutui, proprio a partire da quelle relative ai tassi di interesse, in modo da poter capire il momento giusto per contrarre un finanziamento per l’acquisto della propria abitazione. Il modo migliore per farlo è quello di consultare con attenzione uno strumento prezioso come quello rappresentato dai siti online dedicati al tema, una strada sempre più praticata dai consumatori italiani che guardano con interesse alla possibilità di una prossima acquisizione. In particolare consigliamo l’articolo sui mutui senza ipoteca.